Visto 184 volte

Con la ripresa delle attività in presenza anche nell’ambito formativo culturale, tornano i grandi eventi per i giovani e con i giovani. È in programma nei giorni 24 e 25 novembre 2021 il Meeting Internazionale W.I.D. What is the difference?

Nato in co-progettazione tra l’associazione Stella Marina, il CIOFS/FP – Puglia, il Comune di Taranto e con il supporto di LWBProject srl, l’evento affronta i temi legati all’inclusione, promuovendo il valore della diversità, contro le discriminazioni e i pregiudizi. La domanda attorno alla quale ruotano gli interventi, nazionali e internazionali, che costituiscono il grande patrimonio che W.I.D. intende mettere a disposizione dei partecipanti (in primo luogo gli studenti e i giovani) è molto semplice: Qual è la differenza?

Il meeting non vuole proporre una visione del mondo preconfezionata, piuttosto stimolare alla riflessione, perché quella risposta sia “personale”. Non unica ma sfaccettata, ricca di colori, come ricca è l’umanità, come ricche di spunti sono le testimonianze degli ospiti del W.I.D.

I giovani hanno, attraverso un evento integrato internazionale, la possibilità di ascoltare la voce e l’esperienza di professionalità impegnate, in Italia e all’estero, nella promozione di nuove strategie di innovazione globale, azioni e programmi che puntano sull’inclusione sociale, sull’educazione all’integrazione, sul coinvolgimento dei giovani nelle attività di programmazione. Al contempo, il W.I.D. ambisce a essere un grande strumento di promozione del territorio jonico e della città di Taranto, come polo di inclusione europea.

L’idea è quella di creare una rete (con ampio raggio d’azione; 8 nazioni che possano lavorare in tutta l’area Euromed) che coinvolga tutti i partecipanti, favorendo il dialogo e l’interazione con i protagonisti dell’economia tarantina, del mondo della formazione. Le piccole realtà diventano grandi quando sono in grado di comunicare tra loro. What is the difference? mira al rafforzamento del dialogo tra popoli europei e non europei, alla cooperazione tra realtà sociali ed economiche differenti, abbracciando attivamente i Goal dell’Agenda ONU 2030, in particolare l’obiettivo numero 10 (ovvero ridurre le disuguaglianze all’interno dei Paesi e tra i Paesi).

Lo sviluppo sostenibile della società e la lotta contro la povertà non sono possibili senza l’inclusione sociale, economica e politica di tutti, a prescindere da età, sesso, disabilità, etnia, origine, religione, stato economico o altro.

L’evento organizzato dal CIOFS/FP- Puglia, dall’associazione Stella Marina e dal Ciofs prevede workshop, living library, incontri con le istituzioni regionali e locali e persino un tour turistico. Coinvolte nel progetto 5 scuole del territorio, che apriranno le aule a molti degli incontri. L’Istituto Maria Ausiliatrice ospita invece la living library. Altri dettagli con i prossimi aggiornamenti.